Skip to content
Vitamina D E Capelli

Una dieta ben bilanciata che contiene sostanze nutritive essenziali, comprese le vitamine, può aiutare a mantenere la salute dei capelli. Le vitamine essenziali comprendono A, C, D, E, K e il complesso B.

 

Forme di vitamina D

Esistono 5 forme di vitamina D e sono noti collettivamente come calciferolo. La vitamina D2 è fatta di ergosterolo. È prodotto in invertebrati, funghi e piante in risposta alla luce solare.

Gli esseri umani e altri vertebrati non producono vitamina D2. La vitamina D3 è prodotta nella pelle quando il 7-dehyrocholestrol reagisce con la luce ultravioletta. Un essere umano ha bisogno di 10 a 15 minuti di esposizione alla luce solare, un indice UV maggiore di 3, almeno due volte la settimana sul viso, braccia e schiena senza protezione solare, di sintetizzare adeguate quantità di vitamina D3.

 

Vitamine D2 e D3

Fino a poco tempo fa, le due forme di Vitamina D (D2 e D3) erano considerate ugualmente benefiche. Tuttavia, una nuova ricerca dell’Università del Surrey ha portato i medici a concludere che la vitamina D3 è due volte più importante per la salute generale della vitamina D2.

Per raggiungere le loro conclusioni sui vari tipi di vitamina D, l’Università di Surrey, ha studiato 335 donne di razza europea e l’Asia del Sud durante i mesi invernali, quando i livelli di vitamina D sono ad un declino annuale nella corpo. Il gruppo era diviso in cinque gruppi, alcuni avevano un placebo e gli altri un succo che conteneva vitamina D2 o D3 e altri un biscotto che conteneva vitamina D2 o D3.

I risultati del team hanno dimostrato che la vitamina D3 è due volte più efficace nell’aumentare i livelli di vitamina della vitamina D2. Il D3 ingerito attraverso un succo o un biscotto, i risultati erano in gran parte gli stessi.

 

Vitamina D e alopecia

In un recente studio in Turchia, ha scoperto che il 91% delle persone in trattamento per l’alopecia areata, la malattia autoimmune che porta a improvvise, e perdita di capelli irregolare, ha avuto anche bassi livelli di vitamina D.

La vitamina D è molto importante nell’attivazione delle cellule staminali nei follicoli piliferi e nella regolazione della biologia della pelle.

Uno studio del 2012 nella rivista Stem Cells Translational Medicine suggerisce che la vitamina D può aiutare a moltiplicare i nuovi follicoli, dove i nuovi capelli possono crescere. Questo può migliorare la densità dei capelli o ridurre la perdita di capelli.

Si ritiene che la vitamina D permette di calcio da elaborare dal corpo umano, e innesca il processo di crescita delle cellule danneggiate della pelle, comprese quelle nel cuoio capelluto, e permette la rigenerazione di cellule vitali per la crescita dei capelli.

 

Vitamina D e ricrescita dei capelli

La vitamina D, insieme ad altre sostanze scoperte di recente, può anche aiutare a “svegliare” i follicoli che sono passati a una fase di riposo, secondo i ricercatori dell’Università di Harvard. La calvizie si verifica quando i follicoli sono costantemente in uno stato di riposo. Anche se va notato che anche svegliando i follicoli a riposo, la crescita dei capelli non si verifica sempre.

Quando ci sono squilibri alimentari – se vitamina D o altre vitamine o minerali, come ferro o zinco – può essere attivata una condizione temporanea di perdita di capelli chiamata telogen effluvium. Questo è più comunemente visto nelle donne e causa la perdita diffusa di tutto il cuoio capelluto.

 

Importanza della sostanza

La vitamina D è molto importante per la divisione cellulare e il processo in cui nuove cellule sostituiscono quelle vecchie che non sono più funzionali. È anche coinvolto nella differenziazione cellulare e nel corretto funzionamento del sistema immunitario. Tuttavia, la regolazione dei livelli di calcio e fosfato nel corpo umano è il primo e più importante obiettivo della vitamina D, garantendo ossa, pelle, unghie e capelli forti e ben nutriti.

In assenza di vitamine e minerali, il follicolo pilifero si restringerà e si verificheranno cambiamenti nel ciclo di crescita, che possono causare l’indebolimento e l’assottigliamento dei capelli.

 

Fonti di vitamina D

I medici non raccomandano l’esposizione alla luce eccessiva del sole, a causa di un aumento del rischio di cancro della pelle in via di sviluppo, ma come si arriva a trascorrere più tempo all’aria aperta senza essere bruciato dal sole, tutto dovrebbe essere perfettamente al sicuro.

Se vivi in ​​una zona soleggiata, ricorda di utilizzare la protezione solare con un fattore di protezione UV (minimo SPF 15).

Per quanto riguarda la dieta, il pesce grasso è una grande fonte di vitamina D – pesce gatto, salmone, sgombro e tonno, per esempio. Altre fonti alimentari includono, ma non sono limitati a, uova intere, fegato, succo d’arancia, funghi e olio di pesce omega-3.

 

Integratori vitaminici e farmaci

Gli integratori svolgono agevolmente il loro compito ma non possono sostituire un supporto terapeutico ai processi di miniaturizzazione follicolare. La maggior parte dei casi di perdita dei capelli sono da classificare come fenomeni androgenetici (calvizie comune) che devono essere trattati farmacologicamente per essere stabilizzati. Dobbiamo intendere l’integrazione come una soluzione complementare alle terapie, non sostitutiva.

 

Farmaci, integratori e trapianto di capelli

Qualora vi vogliate sottoporre ad un trapianto di capelli in Turchia con il metodo FUE sappiate che nella grande maggioranza dei casi, i medici vi suggeriranno di curarvi. Le cure permettono di mantenere inalterata la situazione e di migliorare la condizione generale dei capelli. Grazie al trapianto di capelli potrete ottenere un capigliatura folta anche in zona completamente glabre. Affrontare un trapianto di capelli senza un Iter specifico dal punto di vista terapeutico è una scelta poco intelligente.